Quale futuro per il lodigiano? Giovedì vi dico la mia.

brembio-countryside-6

Casalpusterlengo, la cittadina del lodigiano dove sono cresciuta, il prossimo maggio sarà chiamata alle urne per le elezioni comunali.
La campagna elettorale avanza e Ferdinando Fanchiotti, uno dei possibili candidati alla poltrona di Sindaco (tutto dipenderà dall’esito delle primarie), mi ha chiesto di andare a condividere con il gruppo di Casa[le] Aperta, e con i cittadini che vorranno intervenire, le mie idee sulla valorizzazione del territorio lodigiano.
Ho accettato l’invito di giovedì 27 febbraio per diversi motivi, primo fra tutti perché mi sembra abbastanza rivoluzionario che un politico chieda il contributo di comuni cittadini per creare una sorta di brainstorming collettivo.
Lo scopo è quello di confrontarsi, unire competenze e idee, creare stimoli e sinergie.
Per una come me, che lavora sui contenuti di aziende e territori, è bello vedere che nel mondo della politica esiste ancora qualcuno che vuole riempire la propria proposta elettorale di senso e non solo di giochi di potere e slogan a orologeria.
Detto questo, non so se in Italia i contenuti servano in politica.
Le scorse amministrative a Casalpusterlengo sono state vinte da una coalizione senza programma e con un solo slogan: “Facciamo Pulizia”. Ne sono seguiti cinque anni di niente in cui tutto è appassito, sfiorito, arrugginito, con buona pace dei netturbini. Coerenti, alla fine: nessun contenuto, nessuna amministrazione (e sono buona).
Quindi non so se i contenuti in politica siano utili o controproducenti, ma so che tra le persone funzionano.
Funzionano per le aziende, per il turismo, per le imprese, per i sogni, per i grandi cambiamenti.
Quindi sarò contenta di raccontare il mio punto di vista sulle possibilità del lodigiano ai ragazzi di Casa[le] Aperta e di condividere con loro le mie esperienze professionali, così come mi piacerà ascoltare le loro osservazioni e i loro pareri.
Andrò anche ad ascoltare gli altri incontri organizzati nei prossimi giorni su cultura e spazi pubblici, perché mi interessa capire quanto fermento abbiamo sotto pelle: ho bisogno di vedere che nel lodigiano esiste ancora qualcuno che ha a cuore il bene comune e che ha le competenze per difenderlo, valorizzarlo e migliorare la realtà in cui viviamo.
Il resto è tutto da scrivere.

Casa[le] Aperta, via Marsala 43 – Casalpusterlengo (LO)

Sabato, 22 febbraio 2014, ore 17.30
Polo scolastico e Cittadella della Cultura: due progetti di cui parlare
Parla l’Arch. Prof. Paola Vidulli, Politecnico di Milano

Domenica, 23 febbraio 2014, ore 17.30
Lo spazio pubblico è un bene comune. Progetti di gestione condivisa
Parla Stefano Oltolini, Capo progetto Fondazione Aiutare i Bambini

Giovedì, 27 febbraio 2014, ore 21.00
Casale in mezzo al mondo: la valorizzazione del territorio dome occasione di occupazione
Parla Elena Torresani, scrittrice e blogger

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...