Nessuno mi aveva detto che anche alle Fate viene il Cancro

121 boh

Dicono che il cancro non fa male. Mentono.”
Scopro così di Martina, a due giorni dalla sua operazione.
Le scrivo via Facebook per programmare il nostro incontro di dicembre a Londra, tre anni dopo l’intervista che le feci per quel progetto sulle donne che cambiano il mondo.
Chi legge questo blog sa chi è Martina, la Fata del Caffè.
QUI la sua storia, che avevo raccontato anche sull’Unione Sarda.
Durante i 13 mesi di ricerca per il progetto Maggie, Martina ha rappresentato per me l’emblema del femminile, il simbolo della rinascita fertile e del potere curativo della generosità.
Oggi, la sua vita mi sembra quella dei crepacci e delle fratture più terribili, l’inferno piazzato al centro del paradiso, il burrone quando meno te l’aspetti, l’ingiustizia dello sgambetto più infido.
Anni fa, abbandonata dal primo marito il giorno della fecondazione assistita.
Oggi, un cancro scoperto nei giorni in cui il suo amore le chiede la mano. Continua a leggere