Immigrazione ed emigrazione: siamo pari (e coi conti in positivo?)

emigranti

Una mia amica che vive all’estero da sei anni mi dice: “Negli ultimi mesi mi sembra di non fare altro: telefonate in Skype con italiani che vogliono emigrare e mi chiedono consigli e informazioni.”
La situazione si fa tosta, anche se per ora rimane sotto traccia. Molti non si iscrivono all’AIRE, molti non dichiarano di essere fuggiti, in alcuni casi per continuare a beneficiare degli ammortizzatori sociali.
Nei prossimi mesi diventerà probabilmente più evidente: mentre a Milano si consumerà l’esperienza Expo, molti connazionali senza più speranze cercheranno futuro altrove. Un’emorragia spaventosa e indesiderata, sofferta, dolorosa, che rimpolperà gli archivi fotografici dedicati all’emigrazione con foto digitali a colori.
Il parallelo con i migranti che cercano fortuna qui in Italia è immediato ma ingiusto, perchè loro arrivano spesso da situazioni molto peggiori.
Stamattina leggo su Facebook questo status di Fabio Geda, e penso che – fra tanti – valga la pena di essere fermato:

Fabio geda

Il Dossier di cui parla è QUI.
Rimane tutto il sommerso e l’illegale, rimane il lavoro nero sfruttato dai nostri imprenditori (italiani) e la schiavitù.
Rimangono i conflitti, la microcriminalità (la macro ce la teniamo per noi, che ne siamo gelosissimi), il mercato del lavoro reso impossibile dallo Stato Italiano (italiano, sì).
Chissà se ora che tocca di nuovo a noi, il cervello inizierà a funzionarci. E magari l’animo, quello che serve per fare leggi giuste e severe, ma etiche. Soprattutto, quello che serve per essere uomini di buon senso e non bestie col lanciafiamme nella testa.
Ora che i nostri figli sono costretti a scappare, spero che guarderemo con occhio diverso anche i figli degli altri che scappano.

Ricordandoci, magari, delle statistiche lassù, dei bilanci in attivo per lo Stato Italiano e di molto altro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...