Quella volta che ho salvato la vita di un uomo (ma probabilmente no)

Illustration by Natalia Zaratiegui

Era un bellissimo giorno di sole. Io e Damiano, zaini in spalla e binocoli al collo, camminavamo in un luogo meraviglioso, accarezzati dal vento.
Intorno a noi qualche turista scattava fotografie.
Come spesso mi capita prima di un viaggio, avevo letto molto su questo luogo nei mesi precedenti. Grazie a libri ed articoli avevo scoperto le sue bellezze e le sue dannazioni. Un luogo luminoso e pieno di poesia, ma affollato dei tormenti di tutti quelli che avevano scelto di venire qui a togliersi la vita. Mi ero sorpresa di come l’incanto di una bellezza così folgorante risultasse inefficace contro certi tipi di disperazione, ma poi avevo pensato che magari fosse volutamente l’ultima visione pazzesca con cui riempirsi l’anima prima della fine.
In quel giorno di sole ad un certo punto Damiano mi fa notare un ragazzo solo che si comporta in modo strano. Mi tornano alla mente i libri letti, rivedo nei suoi gesti gli atteggiamenti che vi erano descritti. Ne parliamo, io cerco di non farmi influenzare da quello che so.
Damiano si offre di andargli a parlare, di andargli a chiedere se è tutto ok. Poi però pensiamo sia meglio di no: le probabilità di dire la cosa sbagliata e di far precipiare la situazione non sono poi così remote.
Decido di chiamare la polizia locale, che ha purtroppo grande esperienza in casi simili. Mi fanno domande, cercano di capire chi sono io, mi chiedono di spiegare i gesti e gli atteggiamenti del ragazzo, valutano se sia il caso di intervenire. Nel frattempo le persone intorno a me si avvicinano, mi chiedono se sto chiamando per il ragazzo con la maglietta blu, perchè ha insospettito anche loro.
La polizia decide di mandare uno dei volontari che sono sempre a disposizione nella zona, giorno e notte. Si tratta di persone formate per affrontare casi di questo tipo: se c’è una possibilità di aprire una breccia nel tormento assoluto di chi sta per porre fine alla propria vita, se possibile va lasciata a chi sa come farlo. Continua a leggere

Annunci