Generazioni fallite (passate e future)

Gregor Gaida, Lateral (2007)

Giusto ieri stavo sfogliando Arte di maggio e mi sono imbattuta in Lateral, la scultura di Gregor Gaida che rappresenta un uomo che scompare: un’opera dalla grande potenza narrativa.
Ci ho rivisto la mia generazione, quella dei ‘60/’70: una delle generazioni fallite che hanno contribuito a creare il mondo brutto nel quale ci troviamo a vivere.
Quella dei nostri genitori è stata la generazione dei muli: grandi lavoratori, buoni risparmiatori, sono stati gli ultimi a riuscire nell’eroica impresa dell’accantonamento del gruzzolo. Peccato si siano lasciati fare di tutto: cementificazioni, industrie, inquinamento, distruzione ambientale, sviluppo urbano irrazionale. Senza alcuna ambizione di potersi contrapporre alla piovra statale, hanno accettato le assunzioni di favore, le raccomandazioni, le politiche sindacali scellerate, la tutela dei fannulloni. Continua a leggere

Annunci

I fallitissimi (laureati e non)

Andare contro i propri talenti è sempre stato deleterio, eppure lo si è sempre fatto: in nome del profitto, dell’opportunità, dei sogni degli altri. Dopo una breve parentesi in cui sembrava doveroso potenziare le nostre qualità e lasciar perdere le nostre debolezze, oggi c’è una nuova tendenza: la laurea karmica. Sì perché in alcuni casi si sceglie una facoltà che possa esorcizzare le nostre inettitudini. Continua a leggere