A new shopping experience

Sono tutta eccitata: oggi ho fatto il mio primo shopping consapevole a impatto zero.
Quest’estate ho scoperto che il mio verduraio di fiducia ha chiuso i battenti, e mi sono trovata un po’ spaesata: era l’unico dal quale potevo comprare l’anguria a scatola chiusa (e l’anguria per me è una questione serissima). Quindi mi sono ridotta a comprare frutta e verdura al supermercato, con fortuna molto oscillante ed esperienze a tratti stucchevoli, soprattutto per quanto riguarda cetrioli, meloni e pesche.
Così mi sono decisa a seguire il consiglio di mammà, e a rifornirmi alla Valle degli Orti che sta esattamente sotto casa mia, proprio sulla ciclabile dove io e Mister Magoo passeggiamo tutti i giorni come due innamorati. Superato il tabù iniziale di dover dire al bel maschione che mi serviva “Mi raccomando, i cetrioli li voglio piccoli e duri. Mi piacciono solo così”, ho anche dovuto accettare che scegliesse lui per me, mentre io aspettavo seduta tra il fogliame e le zanzare.
Quando è tornato con quello che aveva raccolto per me, pesandolo e dicendomi quanto gli dovevo, mi si è sganciata la mascella. Continua a leggere

Annunci