Voglio entrare nella Pink Gang

(scritto il 12 novembre 2008)
È meraviglioso quando qualcuno ha la forza di liberarsi da una vessazione, ribellandosi al proprio carnefice. Ancor più meraviglioso è quando la parola “BASTA” arriva, corale, da un gruppo di persone che si danno da fare per cambiare la loro schifosa realtà. Perché spesso in alcune zone del mondo una singola persona (soprattutto se è donna) non ha nessun diritto; ma unita alle altre riesce a trovare una voce.
In India da due anni a questa parte succede che alcune donne abbiano deciso di vestirsi di rosa e armarsi di bastoni. Con il loro lathi vanno per le strade dell’Uttar Pradesh (nell’India del Nord) a parlare con gli uomini.
Cercano di convincerli a non picchiare più le loro mogli, a mandare a scuola le figlie, a non maltrattare più le proprie conviventi. Se il dialogo non funziona, passano alle bastonate, che spesso con le bestie funzionano di più.Prendono lezioni di combattimento e cercano di riportare la giustizia in una società dove gli stupri, le violenze e la corruzione della polizia, che ovviamente non interviene, sono all’ordine del giorno.
La mia filosofia di pensiero, in linea generale, mi porta a credere che la violenza generi sempre altra violenza, e non sia mai una soluzione vera. Ma provo un sottile piacere e un tronfio senso di pedagogico riequilibrio immaginandomi questi maneschi imbecilli assaggiare per la prima volta il sapore del contrappasso.
Non solo: mi figuro il loro stupore di fronte alle sonore bastonate di una donna vestita di rosa.
Non so quanto questa pratica riesca a sedare attitudini tanto radicate, ma pare che a conti fatti i risultati in quella regione comincino a vedersi: il numero degli stupri diminuisce, le ragazzine cominciano a studiare e quegli asini con le braghe muovano meno le mani sulle loro mogli.
Il fine giustifica i mezzi?
In questo caso sì: il fine è ottimo, e il mezzo mi piace un sacco.


Contatore sito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...