Le Donne Emmental.

Sono stata sommersa dalle Donne Emmental, quelle col buco esattamente nel loro centro.
La cosa insopportabile è che, per sua natura, la Donna Emmental pensa sempre di essere unica e sola ad arrabattarsi in certe tare e farsi delle domande di merda (che spesso non trovano risposte nemmeno a pagare).
Grazie al mio libro, e grazie alla storia di Giulietta, ho scoperto invece che là fuori c’è pieno di Donne Emmental: mi scrivono, mi chiamano, mi gridano la loro appartenenza, il loro arrabattarsi, il loro continuare incessantemente a cercare.Vogliono, anelano, desiderano senza tregua, scomodamente appollaiate sul loro scranno di regine senza regno.
Slabbrano le felicità preconfezionate, e si scarnificano nella verità.
Dice Giulietta:

C’era sempre un buco, nel mio centro. Mi aggiravo per la vita come un Emmental, come un tacchino sviscerato alla ricerca del suo ripieno, aspettando con ansia il suo giorno del Ringraziamento.”

Spero che il mio libro arrivi nelle mani di tutte le Giulietta che, in giro per il mondo e attraverso le vite, si dissanguano nell’inseguimento della felicità.
Io le aspetto qui, sognando un sindacato che le unisca tutte, per far esplodere il mondo con tutta la loro forza e le loro tribolazioni.


Contatore sito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...