Un mondo a puttane

La settimana scorsa, in una di quelle sere in cui mi fiondo fuori dall’ufficio e corro verso Milano a bordo della mia Penelope Pizzo Mobile, mentre guidavo verso il Piccolo per godermi il fantasmagorico Slava SnowShow, mi sono fermata in Autogrill.
Cioè, una volta delle tante. Ma stavolta era diverso. Stavolta c’era lui che mi guardava dagli scaffali.
L’occhio di Tiziano.
Il nuovo libro edito da Longanesi sugli scatti di Terzani di un mondo che non esiste più.

Un tuffo al cuore.
Perché davvero, anche volendo, oggi quel mondo non si può più trovarlo da nessuna parte.
Ho passato le notti successive aspettando il sonno insieme alle foto e a scorci di parole di quest’uomo irripetibile. E a pagina 266 leggo:

Le cause ultime sono sempre le stesse: la razionalizzazione, le regole di mercato, la logica dei commercianti. Le antiche società sapevano che non si poteva lasciare a costoro la gestione del mondo e non a caso un saggio come Confucio, sistematizzando la struttura piramidale della società cinese, relegò i mercanti al livello più basso, dopo i sapienti, i militari e i contadini.
Oggi tutte le società moderne hanno rovesciato quella piramide e i mercanti con la loro etica, la loro estetica, sono in testa a tutti.

Ecco la verità. Ecco la nostalgia. Ecco l’amore per lui.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...