Tutta una questione di ritmo.

Ultimamente il tormentone è quello del ritmo. Perché Fazio e Saviano sono lenti: rompono il ritmo sincopato della TV e vengono accusati di essere soporiferi.
Siamo noi che non sappiamo più ascoltare e siamo diventati spettatori affetti da eiaculazione precoce, oppure la critica è oggettiva e plausibile?
Ogni cosa ha il suo ritmo, e questo è pacifico. Un ritmo che, se esistono due interlocutori, deve essere il più possibile sincrono: ce lo insegna il sesso, ce lo insegnano tutti i nostri orgasmi mancati. Continua a leggere

Annunci